Cerca
  • Giulia Bernardinello

LA MASTURBAZIONE E’ PRATICATA SOLO DAGLI UOMINI, LE DONNE NON FANNO CERTE COSE: CREDICI

I numeri piacciono, iniziamo con quelli, 85%. Questa è la percentuale di donne che pratica autoerotismo. Parlare di masturbazione crea sempre un certo imbarazzo, a meno che tu non sia un uomo in uno spogliatoio, subito dopo l’allenamento di rugby -inferenza sociale.


Infatti, nell’immaginario collettivo, masturbarsi è un lusso riservato esclusivamente alla classe maschile, dove è più comune immaginare il desiderio sessuale sbilanciato verso una società patriarcale.

Masturbarsi (da ripetere tre volte ad alta voce con confidenza) per la donna è legittimo, fisiologico ed aiuta la sessualità personale e di coppia, permettendo di conoscersi meglio, e far capire al partner cosa ci piace di più.

Praticare la consapevolezza che l’erotismo appartenga ad ambedue i sessi non è culturalmente facile per tutti, la donna spesso lo vive con grande omertà, associandovi una sensazione poco decorosa, senza sapere che innumerevoli sono i benefici di tale pratica.

Ad esempio, il numeroso rilascio di endorfine che contrastano gli elevati livelli di stress, svolgono un’importante azione analgesica in diverse forme di cefalea. Ancora, nella donna, la masturbazione è un ottimo modo per tenere allenato il pavimento pelvico e rallentarne il cedimento. Last but not least, sono molti gli studi che riconducono la masturbazione ad una riduzione di infezioni a carico delle vie urinarie e della cervice. E potremmo continuare per molto tempo.


Il piacere, come ben sappiamo non è limitato solo alla sessualità, ma si estende a molte aree della nostra vita, per questo motivo, l’autoerotismo insegna a responsabilizzarci del nostro, perchè non sempre riescono a farsene carico gli altri.


Ho affrontato un interessante seduta con un mio paziente, che riguardava il terrore che la propria ragazza potesse praticare autoerotismo. Senza dilungarmi troppo, la grande paura ricadeva sull’inutilità dei propri genitali e della sua virilità, come se la masturbazione corrispondesse ad un rapporto condiviso, e non personale, troppo inaccettabile per l'altro sesso.


Ricordiamoci, che la pratica non deve dividere, ma unire.

15 visualizzazioni

348 4212279

Via delle Rose, 16

Bologna (BO)

  • Instagram
  • Facebook

©2019 di Dott.ssa Giulia Bernardinello